Saluto di Mons. Guglielmo Giombanco a Mons. Cesare Di Pietro Vescovo Ausiliare di Messina

65
Monsignor Di Pietro e Monsignor Giombanco

Eccellenza Reverendissima e Carissima!

Sono lietro di accoglierLa nella nostra Chiesa Cattedrale nel giorno della festa di Santa Febronia, Patrona della Città di Patti e La saluto con fraterno affetto e profonda gratitudine per aver accolto con gioia l’invito a celebrare l’Eucaristia con noi e per noi.

Al mio saluto si uniscono i confratelli presbiteri, il parroco della parrocchia unitamente al Capitolo Cattedrale, il Seminario diocesano, il Signor Sindaco di Patti con le autorità civili e militari presenti e i tanti fedeli qui raccolti per pregare e venerare Santa Febronia. Un profondo legame spirituale esista tra la santa martire e la Città di Patti perché i cittadini hanno più volte sperimentato l’intercessione orante della Patrona e l’hanno invocata con fede nei momenti lieti e tristi avanzando nel cammino della storia illuminato dalla fede.

Saluto anche una rappresentanza della Città di Minori presente alla nostra festa e con la quale esiste da anni un legame di devozione e di preghiera a S. Febronia – Trofimena nel segno dell’unica fede in Cristo Gesù.

La Sua presenza, carissima Eccellenza, consolida i vincoli di comunione tra le Chiese sorelle di Messina e di Patti entrambi appartenenti all’unica Provincia ecclesiastica e impegnate nella testimonianza della fede.

Sono certo che la Sua testimonianza di pastore e il dono della Sua parola aiuteranno tutti noi a seguire l’esempio di S. Febronia e come lei restare fedeli a Cristo e al Vangelo.

+ Guglielmo, vescovo